Paco-Sel

con Mario Lucini

bookmark bookmark

C

Paco-Sel On giugno - 1 - 2011

21-disastri-C

Cà d’Industria

Cosa faremo noi

Un Consiglio di amministrazione affidabile e indirizzi chiari che ripristinino la qualità del servizio, l’efficienza e l’equilibrio di bilancio, la gestione interna della ristorazione e il rilancio del modello casa-albergo.

Cosa hanno fatto

All’errore della privatizzazione (imposta dalla legge regionale) si è sommata la mancanza di indirizzi sui quali impegnare gli amministratori designati. L’esperimento della “casa-albergo” di Via Volta è stato abbandonato. La qualità percepita di alcuni servizi da parte degli ospiti è precipitata, la lista di attesa si è prosciugata. Una secolare tradizione di lasciti si è bruscamente interrotta. Tutti segni del tradimento della missione originaria dell’istituto.

Cultura

Cosa faremo noi

Noi ci impegniamo a promuovere con coraggio le peculiarità e la vocazione turistica di Como. L’investimento in cultura è capace di generare benessere sociale, lavoro per i giovani, ricchezza. Valorizzeremo il Razionalismo comasco, i percorsi Voltiani, sosterremo le offerte culturali dell’Università, del Teatro Sociale, del Conservatorio, di Parolario. Anche l’asse commerciale che innerva la città da via Milano al Lago sarà chiamato a essere protagonista di questo rilancio.

Cosa hanno fatto

La strategia delle grandi mostre ha prodotto presenze (nemmeno troppo significative) e costi ingenti, con vantaggio per pochi. Quasi tutto l’investimento in cultura è stato incentrato su questo evento annuale. Se il denaro pubblico per promuovere le mostre fosse stato investito per dare opportunità alle eccellenze che la città e il suo territorio ha dimostrato di possedere, oggi Como avrebbe un’identità culturale più chiara e meno effimera.

Carcere

Cosa faremo noi

Paco in Consiglio comunale ha già ottenuto la fermata del Bus davanti al Carcere. Ci impegniamo a collegare questo luogo alla città non solo fisicamente. Favoriremo borse-lavoro, attività sportive e culturali per chi vi “abita”. Ci adopereremo perché venga nominato un garante, un difensore civico attento alle richieste e ai bisogni degli ospiti del Bassone e delle loro famiglie.

Cosa hanno fatto

Il luogo è stato (quasi) abbandonato: reso, in tutti i sensi, ancora più lontano dalla città.

Cimiteri

Cosa faremo noi

Dedicheremo attenzione continua a questi luoghi assicurando pulizia e decoro. Ci impegniamo all’eliminazione in tempi brevissimi delle barriere architettoniche presenti e a migliorare l’accessibilità anche per le persone anziane.

Cosa hanno fatto

È stato privatizzato il servizio pompe funebri che garantiva costi calmierati ed una dignitosa sepoltura a tutti, anche ai più bisognosi. La manutenzione dei cimiteri è stata inadeguata.

Categories: Dalla A alla Z

Leave a Reply