Paco-Sel

con Mario Lucini

bookmark bookmark

R

Paco-Sel On giugno - 1 - 2011

21-disastri-R

Raccolta Rifiuti

Cosa faremo noi

Coinvolgeremo i cittadini in una grande “impresa collettiva” una raccolta differenziata “vera” e spinta. Il beneficio di questo “lavoro” partecipato porterà maggiore qualità ambientale della città e anche risparmi per la collettività e individuali.
Grazie all’approvazione nel passato Consiglio comunale della proposta di Bruno Magatti di raccolta differenziata dei rifiuti, è finalmente ripartita la gara di affidamento del servizio , dopo due gare già espletate senza esito. Procederemo con determinazione e chiederemo agli uffici efficienza e solerzia e soprattutto vigileremo affinché il “lavoro” degli ottantamila comaschi ritorni sotto forma di minori costi a loro carico per tale servizio.

Cosa hanno fatto

La raccolta differenziata nella passata Amministrazione è stata di livello molto modesto: solo una minima parte di quanto va nel sacco viola viene effettivamente recuperata (i contenitori di plastica e non la carta, per esempio). La cultura di chi ci ha governato e amministrato considera la combustione come “recupero” (energetico!).
Abbiamo pagato perché l’azienda, prima municipalizzata, bruciasse i nostri rifiuti” “per produrre energia”. Quello che ha realmente prodotto sono utili prevalentemente  per i soci privati. E ha fornito sulle emissioni scarse garanzie, solo quelle richieste per legge. Mentre si sa che ciò che non si cerca non si trova, ma c’è.

Radiazioni e antenne

Cosa faremo noi

È complesso governare un fenomeno nel quale siamo immersi, da una parte come utenti-clienti (radio, televisioni, telefonia e internet wi-fi) e dall’altra come attenti protettori della salute, di quella dei bambini in particolare, e dell’ambiente .
Intendiamo incrementare i controlli per tutelare i cittadini. Per fornire risposte chiare a loro e ai gestori daremo seguito a quanto già approvato, a larghissima maggioranza, in Consiglio comunale su proposta di Bruno Magatti: vincoli precisi e rigorosi all’installazione di antenne (per impianti emittenti onde per trasmissioni radio-televisive e telefonia).
Metteremo mano, con un intervento determinato nei confronti del gestore della rete, anche alla questione degli elettrodotti che tagliano alcune aree della città.

Cosa hanno fatto

La Giunta uscente, come altre che l’hanno preceduta, non ha capito che l’Amministrazione pubblica può imporre vincoli. Come non si può costruire un edificio senza regole su un terreno anche se si è proprietari, così un’antenna può essere installata solo a determinate condizioni.

Categories: Dalla A alla Z

Leave a Reply