Paco-Sel

con Mario Lucini

bookmark bookmark
Paco-Sel On aprile - 1 - 2012

Sabato 31 marzo, in Sala Giunta a Palazzo Cernezzi, sono stati presentati i candidati della lista Paco-Sel che sostiene Mario Lucini.

Logo della lista Paco-SEL

Logo della lista Paco-SEL

La lista è nata dall’unione di più esperienze: quella di tipo locale di Paco, quella più di livello nazionale di Sel, oltre a diversi contributi, per esempio del Partito Socialista con che ha sostenuto Bruno Magatti alle primarie del centrosinistra. Dall’unione di queste anime arriva anche il logo della bicicletta che va avanti tutta insieme, lentamente, in maniera sicuramente sostenibile.

Proprio il capolista Bruno Magatti ha sottolineato come il gruppo sia caratterizzato da un lungo impegno politico, proprio quando l’antipolitica è “di moda”. «Anche dall’opposizione nell’ultima consiliatura siamo stati in grado di fare della buona politica e di portare avanti temi importanti come una raccolta differenziata più seria o la soluzione di problemi come quello di Ca’ d’Industria: abbiamo contribuito quindi a dare un ruolo costruttivo al Consiglio comunale che oltre alla funzione di controllo deve avere anche quella di indirizzo».

La seconda capolista, Celeste Grossi, ha ulteriormente illustrato il significato politico della lista Paco-Sel: «Abbiamo visto negli ultimi anni cosa significa avere il centrodestra al governo della città: c’è una separazione tra il palazzo e i cittadini che non ha fatto altro che aumentare la povertà. Siamo quindi una lista di cittadinanza, che vorremmo rappresentare, e non una lista civica».

Vincenzo Sapere si è detto soddisfatto del fatto che il Partito Socialista abbia voluto seguire la sua linea continuando quel sodalizio con Paco costruito a Palazzo Cernezzi sui banchi dell’opposizione che dura da parecchi anni.

I candidati e le candidate hanno poi avuto modo di presentarsi citando la propria attività professionale e raccontando il proprio impegno civile che spesso si svolge nel volontariato e nell’associazionismo. Questa è una delle caratteristiche di Paco-Sel che caratteristica  questa lista e la difernzia da tante persone di buona volontà che si stanno improvvisando in questi giorni “amministratori impolitici” per conquistare il comune. Il gruppo di Paco al contrario è uno dei più vecchi a Como: si trova infatti ogni settimana da 18 anni “con periodicità quasi ossessiva” per studiare e tentare di risolvere i problemi della città.

La lista è lo specchio di diverse esperienze politiche, sociali e culturali e anche di differenti fasce d’età. I candidati sono 27 e non 32 perché alcune candidature sono arrivate oltre tempo massimo: “come al solito siamo rigorosi nelle procedure e abbiamo chiuso la lista in anticipo per poter raccogliere le firme necessarie in tranquillità. «Chi non è riuscito ad essere inserito avrà comunque spazio per far politica all’interno del gruppo come è sempre stato nella storia di Paco» ha dichiarato Bruno Magatti.

La lista ha poi annunciato una manifestazione per il 14 aprile,  in Piazza Cavour, dalel 16 in avanti: verrà messo in scena lo spettacolo “Oltre il giardino”, ci saranno contributi musicali e interventi di candidati e di candidate dei capolista e di Mario Lucini, alle 18 parlerà Nichi Vendola, per la prima volta nella nostra città.

 

La lista Paco-Sel

La lista Paco-Sel

I candidati di Paco-Sel: Bruno Magatti, Celeste Grossi cg. Rosso, Walter Alberti, Matilde Aliffi, Maria Aliverti detta Beatrice, Emiliano Berti, Flavio Bogani, Piergiovanni Camporini, Filiberto Crisci, Maria De giori cg. Piu, Vincenzo Egizio, Gianluigi fammartino detto Piuba, Mauro Fogliaresi, Carlo Ghirardi, Mario Morlotti, Vittorio Mottin, Luigi Nessi chiamato Luigino, Marta Pezzati, Ermanno Pizzetti, Paolo Portoghese, Anna Renna, Dorin Rossi, Ida Angela Sala, Vincenzo Sapere, Marcello Sibaud, Paolo Sinigaglia, Rossana Vittani.

Leggi anche:

Questo articolo è stato pubblicato anche su Pico.

Categories: News

Leave a Reply